Navigation

AccueilActualitésNews de l’histoire (du droit) des colonies

« Les réalités de l’esclavage : identités et biographies d’Eumée à Frederick Douglass/ Le realtà della schiavitù : identità e biografie da Eumeo a Frederick Douglass — Naples, Italie — Du 18 au 20 décembre 2017

lundi 4 décembre 2017, par Dominique Taurisson-Mouret

Il G.I.R.E.A. (Groupe International de Recherches sur l’Esclavage dans l’Antiquité) è stato fondato all’inzio degli anni ’70 per iniziativa di Pierre Lévêque, Ettore Lepore e Mario Attilio Levi come ‘Gruppo Italo-francese di ricerche sulla schiavitù antica’ ; si è poi ampliato rapidamente fino a comprendere oggi alcune centinaia di membri di tutto il mondo, sotto la direzione del professore Domingo Placido Suarez, Emerito dell’Universidad Complutense di Madrid. Uno dei frutti dell’attività di ricerca del G.I.R.E.A. sono i Convegni internazionali che con pochissime eccezioni si sono susseguiti con cadenza annuale : fino ad oggi ne sono stati organizzati trentanove. Caratteristica del GIREA è di raccogliere intorno a temi di riflessione comune relativi alla schiavitù e ai rapporti di dipendenza nelle società antiche e moderne studiosi di diversa formazione scientifica che trovano nel confronto e nella dialettica spunti per una sempre migliore conoscenza del fenomeno servile inquadrandolo da differenti punti di vista con diversi approcci metodologici.

Il tema scelto per questo XL Convegno : “Le realtà della schiavitù : identità e biografie da Eumeo a Frederick Douglass”, illustra bene lo spirito del GIREA. Eumeo, lo schiavo-guardiano di porci di Ulisse, primo schiavo narrato nella letteratura occidentale, e Frederick Douglass, exschiavo, autore di una straordinaria autobiografia (prima edizione, 1845 ; ultima 1891, edita in traduzione italiana soltanto nel 1962), lo schiavo narrante. Tra i due personaggi, uno immaginario, l’altro reale, una gamma di figure di sottoposti, che possono vivere nelle comunicazioni del Convegno spingendo la riflessione fino alle situazioni di subordinazione quasi-servile proprie del terzo millennio. Gli studiosi dei fenomeni di dipendenza nel mondo antico, nell’età medievale e in quella moderna sono chiamati, a seconda della loro impostazione scientifica, a individuare una o più figure di schiavi (o un particolare episodio che riguardi degli schiavi), calandoli nel loro contesto storico, sociale, letterario, politico, giuridico.

Présentation GIREA
Colloque
Du 18 au 20 décembre

Tout l’agenda

Dans la même rubrique

Dernières brèves